• Giulia Gallo

“Bonsai” è il manifesto nu-soul di Marta Tenaglia

Quando una nuova e promettente leva femminile debutta sulla scena musicale italiana non si può che essere felici, visto il trend prevalente delle presenze operanti nel settore. Il 9 ottobre Marta Tenaglia, nuovo acquisto del roster di Costello’s Records, ha rilasciato il suo primo singolo, “Bonsai”. Avevamo già conosciuto Marta in un’altra occasione: quest’estate infatti è uscito il suo progetto in 4 puntate “Prospettiva – Cartoline da casa mia”, concepito come “podcast-diario” del suo lockdown, dove ha inserito anche alcune cover con cui ha sancito di fatto l’inizio del suo percorso artistico (trovate l’intervista qui).

Cresciuta a Milano ma col cuore perso da qualche parte nel mar Ligure, la cantautrice riesce, attraverso la sua particolare mistura di nu-soul e pop, a trasmettere il suo mondo interiore, grazie ad un cantato tendente al sussurro e a beat curati, morbidi e tanto semplici quanto espressivi. Il nuovo singolo, prodotto da Federico Carillo, è una sorta di manifesto del suo stile, dove l’atmosfera è certamente raccolta, ma in cui il testo, a tratti ermetico, intreccia le vicende personali dell’artista…

"A me piace ridere forte, a te fare finta di niente"

…ad una riflessione più ampia sulla donna, evocando immagini assai pregne di significati:

"Vite ristrette come bonsai, ma siamo querce"

La coda del brano fa poi fluttuare l’ascoltatore in una dimensione indefinita, riflessiva, fatta di synth dolci e leggere percussioni.


Insomma, Marta sembra proprio avere le carte in regola per mettere radici nel panorama musicale italiano. A “Bonsai” faranno seguito altri singoli, che attendiamo con grande curiosità (e hype).


  • telegram
  • Black Icon Spotify
  • Black Icon YouTube

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO

© IndieVision.it