In anteprima esclusiva, la live session di "Draghi" del duo Brugnano

“Si sa che alcune notti poi ci cambiano e i segni sulla pelle a noi ci restano"

Draghi (in uscita per Luppolo Dischi e Artist First) è il nuovo singolo dei fratelli napoletani Brugnano, tra gli otto vincitori dell’ultima edizione del prestigioso concorso Musicultura con il brano "Canzoni da mangiare insieme" con cui hanno partecipato alla finale dello scorso giugno a Macerata.


Draghi è uno di quei singoli dal ritornello ritmato e catchy che rimane in testa già al primo ascolto, un brano fresco e spensierato che però non nasconde un velato senso di nostalgia. Oggi, in anteprima, vi presentiamo la live session del brano - Registrato presso il TP Studio di Antonio Esposito - entrando con loro in studio per una nuova versione di Draghi, ancor più ritmata e intensa, impreziosita da un assolo di sax che colpisce sempre.



Un brano, che come ci raccontano loro stessi, risente delle tante contaminazioni musicali dei fratelli Gianluca e Antonio: “Draghi è una canzone nata in un pomeriggio durante una serata tra amici, mentre suonavamo altra roba venne fuori questo giro di chitarra, ci mettemmo in un’altra stanza e buttammo giù le prime idee, per finire poi in studio il giorno dopo. [...] Sulla notte sono state scritte moltissime canzoni, ed è vero che la notte amplifica un po’ tutto, vedi i colori più vispi (come diceva Capossela). Alcune notti anche se non te ne accorgi sul momento, se non ne hai la percezione precisa al momento, ti cambiano, ti restano scritte sulla pelle nel bene e nel male, e ‘Contro i Draghi come gli eroi’ cerchiamo di resistere in questa pazza vita”.


Live session:

Riprese di Pino Carrella e Antonio Colasanti

Voci: Antonio Brugnano, Gianluca Brugnano

Chitarra: Federico Luongo

Batteria: Claudio Sannino

Pianoforte / Tastiere: Mario Nappi

Sax: Luigi Di Nunzio