"Viscosa": il quaderno di ricordanze di Gionata - Anteprima videoclip

Siamo venuti in possesso di alcune memorie risalenti al cantautore Gionata fin dai suoi esordi. Oggi, in occasione della pubblicazione in anteprima del videoclip autoprodotto di "Viscosa", suo ultimo singolo pubblicato, vi offriamo la possibilità di leggerle ed entrare nella sua mente tormentata, ripercorrendo le tappe sia della sua vita artistica che di quella terrena. "Viscosa" è un brano dedicato ad emozioni che pensavamo genuine ma rivelatesi sintetiche, a tempi che credevamo perfetti ma che in fondo somigliavano a certe scene patinate da serie tv. Rappresenta la seconda tappa del nuovo viaggio che Gionata sta per intraprendere. Buon viaggio a lui e anche a voi nella lettura delle sue memorie.



11 gennaio 2019 - Oggi ho pubblicato "Frigorifero", il primo singolo del mio progetto solista. Dopo anni di band, per la prima volta in vita mia pubblico ufficialmente una canzone scritta da solo. Ho un po’ di paura, allo stesso tempo sono carico ed entusiasta per l’inizio di questa nuova avventura.



22 marzo 2019 - Superato il primo scalino, è arrivato il momento di fare il passo successivo: Oceano è una canzone delicata e penso che possa essere un evergreen per molte persone, uno di quei brani che apprezzi in ogni momento della vita, indipendentemente dall’età.


28 giugno 2019 - Sto portando in giro la mia musica per l’Italia, non vedo l’ora di pubblicare l’album, ma prima c’è un ultima canzone che merita di essere ascoltata attentamente. "Male che vada" rappresenta il modo in cui vedo l’amore in questa fase della mia vita, decadente, con un finale amaro, ma non per questo non degno di essere vissuto fino a fondo.


18 ottobre 2019 - Dopo più di un anno di attesa ci siamo: da oggi "L’America", il mio primo album, è disponibile a tutti. Sto provando le emozioni più grandi della mia vita, una cosa che per alcuni può risultare così piccola per me è enorme. Quest’inverno porterò tutte queste canzoni in tour, non vedo l’ora di ricambiare l’affetto che mi stanno dando le persone attorno a me.


foto di Sara Rinaldi

?? / ?? / ???? - La pandemia ha creato come una pausa nel tempo, dove la maggior parte delle persone, compreso me, si è ritrovata a fare i conti con l’imprevedibilità della vita.


foto di Bernardo Bertolucci

15 novembre 2021- Ne sono successe di cose negli ultimi due anni, così tante che non so da dove iniziare. Il tour che doveva promuovere il mio primo disco è stato bruscamente interrotto a causa della pandemia, che ha piegato in due il mondo dello spettacolo. Insicurezze e paure mi stavano quasi per abbattere a tal punto di pensare che non avrei mai più pubblicato nuove canzoni. E invece, gradualmente, mi sono rialzato, ho raccolto tutti i pezzi in cui mi ero frantumato, li ho rimessi insieme e ho scritto tanti nuovi brani. Così tanti che ho deciso di pubblicarne subito tre insieme: "Torno Subito", "Mal di mare" e "Pizzeria ex cinema" sono i primi frutti di due anni passati nell’incertezza, cercando di capire come riprendere in mano la mia vita. Una sorta di EP, un trittico terapeutico. Sono maturato molto, rileggo i testi e riconosco la crescita, ascolto gli arrangiamenti, registrati nei 20 metri quadrati di camera mia, e ne sono orgoglioso. Ho fatto qualcosa che mi fa stare bene e non sono rimasto nello stagno degli anni passati, tutto ciò per me è positivo, mi sento come un fiume che, incessante e giorno dopo giorno, cambia e si evolve.


foto di Chiara Alessandri

3 dicembre 2021 - Oggi suono dal vivo, il primo concerto dopo due anni di stop assoluto. Sono emozionantissimo per questa giornata, in cui pubblicherò anche un’altra canzone, il primo featuring della mia vita: "Il contorno", scritto con Jesse The Faccio. Mi sento ancora un po’ scosso, ritornare a condividere musica dopo così tanto tempo mi ha dato una bella botta e devo ancora abituarmi all’idea, quasi come se non mi riconoscessi più nella veste di musicista. È importante fare tabula rasa per tornare a conoscersi nuovamente, dimenticare tutto per ritrovarsi. È un processo che sta continuando e ogni giorno scopro sempre cose nuove.


foto di Chiara Alessandri

27 maggio 2022 - Percepisco "Per qualche giorno" come il primo vero singolo di questa seconda tappa del mio percorso. È passato un anno e mezzo dall’uscita del mio primo album e mi sembra un secolo, ma allo stesso tempo anche un minuto. Ho lasciato Milano e mi sono trasferito a Bologna, forse senza pensarci abbastanza o forse pensandoci troppo, ma va bene così. Quando penso a questa canzone non posso fare a meno di collegarla a Male che vada per i temi trattati e il modo di vedere le cose: l’amore è ancora una cosa dal finale amaro, ma in questo brano sento che c’è molta più consapevolezza e rispetto per sé stessi. Sono contento anche del video che lo accompagna: la mia espressione artistica, in questa nuova tappa della mia vita, mi ha portato a lavorare con la logica del do it yourself, che ho applicato per la realizzazione del videoclip, posizionando un iPhone davanti a me mentre canto con un registratore a cassetta, delle cuffie e un microfono da due soldi, citando Alex Turner nel video di "Cornerstone" degli Arctic Monkeys. Sento che ho ritrovato la voglia di esprimere la mia visione della vita, che si era sgretolata negli anni precedenti.


foto di Chiara Alessandri

8 luglio 2022 - Viscosa è una canzone delicata, malinconica, a tratti speranzosa. Non posso fare a meno di parlare delle relazioni umane, penso che tutti noi abbiamo imparato quanto siano importanti e di come a volte le sottovalutiamo. Ho capito, con il passare del tempo, che è necessario circondarsi di persone che ci vogliono bene e che ci comprendono, che bisogna accettarsi, concedersi di stare male per migliorarsi, che fare cose che ci piacciono è l’appiglio che ci fa andare avanti e ci fa sentire individui con la propria personalità. Nel video che ho realizzato in completa autonomia ho inserito una passione a cui mi sono avvicinato, l’animazione video con disegni realizzati in pixel art. Sono veramente contento perché sto esplorando nuove possibilità, che contribuiscono a valorizzare la mia creatività e la mia voglia di esprimermi. Non so cosa succederà dopo questo secondo singolo, so solo che ci sono altre canzoni che mi piacerebbe condividere con chi si emoziona ascoltando ciò che scrivo.


Estate 2022 - Ho lasciato Bologna, non riuscivo a trovarmi. Anche se richiede molte energie, cercare sé stessi è un investimento per il futuro e, anche se ho un po’ paura, non voglio accontentarmi ed è per questo che ho deciso di continuare a muovermi, stavolta a Roma. Approderò finalmente nella capitale, chissà cosa succederà, chissà se succederà. Anche se ho un po’ di ansia, penso che sicuramente la mia vita non è monotona o noiosa. Se dovessi spiegare a qualcuno chi sono e che cosa faccio, direi che sono un esploratore di dimensioni sia reali che non, che scrivo canzoni irrequiete e che la mia storia mi ha portato (e continua a portarmi) in situazioni a tratti surreali. La cosa che mi preme di più, al momento, è trovare un luogo (metaforico) in cui sentirmi a casa, un’esigenza che penso sia comune a molte persone, di tutte le età.