top of page

Sonorità vintage, estate e dolce vita: ecco "PAZZA" di LupoFiumeLeggenda - Recensione

Anche quest'estate è arrivata e come ogni anno ad accompagnare il caldo ci sono i tanti singoli estivi, adatti per tutte le orecchie. In particolare, questi giorni stiamo particolarmente muovendoci a ritmo con "PAZZA", secondo singolo del nuovo progetto di LupoFiumeLeggenda, iniziato alcuni anni fa come band, adesso rispolverato da Nicolò Verti, uno dei suoi membri storici.


"Tu sei una piazza Una discoteca Sì tu sei pazza Sei così segreta Ti bacerei, ti bacerei, ti bacerei"

Grazie alla sinergia con Leo Pari ed Emanuele Santona, il brano è stato scritto e prodotto con una grande cura ai dettagli. In "PAZZA" si parla di un argomento che ci sta tanto a cuore: l'amore. Quello verso una ragazza che non riesce a stare ferma, tanto da essere "di un altro pianeta". Si tratta di un brano che è la via più facile per tornare all'atmosfera tipica italiana dei primi anni '2000, grazie alle sonorità vintage marcate.



Nonostante i richiami al passato, il sound rimane fresco e coinvolgente, ed il ritornello fa venir voglia di iniziare a ballare, alla faccia del caldo afoso. Si tratta del secondo brano uscito durante quest'anno, dopo "ANCHE X ME", altro pezzo synth pop dai forti riferimenti vintage. Tutto ciò anticipa un album in fase di scrittura, che potremo ascoltare molto presto. Intanto però, goditi l'estate e balla come una "PAZZA".


"Non lo capirò mai l'effetto, sì l'effetto che mi fai. Non lo capirò mai Guarda che bel casino che c'è, dai!"


Commenti


bottom of page