• Ludovica Petrilli

Musicultura torna a diffondere la canzone d'autore al grande pubblico italiano

Musicultura non si ferma! Anche quest'anno si conferma una delle pochissime realtà che tenta di dare seguito alla propria tradizione in cerca di una normalità che in questi periodi complicati, è sempre più difficile trovare.

Musicultura dal 1990 scopre e promuove i giovani nel mondo musicale italiano diventando un vero e proprio punto di riferimento. Quest'anno c'è stato un boom di iscrizioni con 2126 canzoni presentate in gara!


Le audizioni del 2021 si svolgeranno live, affrontando tutte le difficoltà della pandemia, ma allo stesso tempo saranno una grandissima occasione per suonare dal vivo. Gli artisti selezionati nel loro insieme testimoniano una grande vitalità della canzone italiana in questo momento.


I 63 finalisti si esibiranno in gruppi di 6/7 in 10 serate consecutive, tutte in diretta streaming, sul profilo facebook di Musicultura e in cross posting con alcuni media partner tra cui IndieVision (infatti la diretta sarà visibile anche sul nostro profilo facebook!). Ogni sera il pubblico sarà coinvolto da casa, potrà esprimere delle preferenze che non interferiranno con la decisione dei 16 finalisti che verranno poi presentati al comitato aritistico di garanzia. Dalle risultanze delle loro preferenze usciranno i 6 degli 8 vincitori di Musicultura 2021, gli altri due saranno decretati da una votazione social. I 16 finalisti saranno presentati a fine aprile a Recanati nell'ambito di un concerto nel Teatro Persiani, si suppone in diretta streaming e nel frattempo la radio ufficiale del festival, Radio1, comincerà a programmare le canzoni nel suo palinsesto.


La fase finale si svolgerà il 17-18-19 giugno Nel celebre Sferisterio di Macerata.


Tra i membri del comitato artistico di garanzia sono presenti due personalità di spicco che hanno partecipato alla conferenza di apertura del festival: Francesco Bianconi e Ron.

Francesco Bianconi afferma:

"Musicultura in questo momento può essere d'aiuto a un tipo di musica popolare che è un tipo di musica d'autore. Canzone fatta in un certo modo, più esploratrice dei sentimenti degli essere umani. Musica nata tanto tempo fa, prima in Francia e poi in Italia negli anni 60. E' una forma canzone che ha subito delle trasformazioni. Questo tipo di musica d'autore ha più necessità di altre di essere riprodotta dal vivo. Il fatto che Musicultura continui con coraggio, dedizione e passione è uno dei suoi punti di forza."

Ron invece si sofferma sulla qualità delle canzoni presentate in questo contesto:

"Il quid di Musicultura è quello di lasciare la porta aperta. Ci sono delle canzoni che hanno avuto dei successi pazzeschi, sembrando banali, che poi non lo sono mai. La canzone che arriva da Musicultura è una canzone pensata, non pensata per scrivere chissà cosa. E' una canzone semplice, non banale e che fa tantissimo. Musicultura considera il pensiero della musica."

Musicultura arrivata alla sua 32esima edizione, cammina a testa alta portando la canzone d'autore al grande pubblico italiano. Non ci resta che goderci lo show che avrà inizio stasera alle ore 21. Qui potrete inoltre trovare il calendario delle audizioni.