• IndieVision

Cronache di Sanremo - seconda serata

Seconda serata del festival della canzone di Sanremo. Puntualissimi come ogni sera, inizia con un siparietto di Fiorello vestito da uomo uccello, va bene.

21:00 precise e andiamo con Sanremo Giovani, sul palco Wrongonyou, Greta Zuccoli, Davide Shorty e Dellai. Passano il turno, ovviamente e per grazia divina, Wrongonyou e Davide Shorty (l'unico ad aver realmente incantato quel palco, finalmente).

E' il momento della "valletta" della serata, perchè avere una conduttrice donna fissa era troppo, poi chi lo festeggia l'8 marzo? eheh entra Elodie e si fa cadere un orecchino che ad occhio pesa 13553 carati. Prima a rompere il ghiaccio della seconda serata è Orietta Berti, con un vestito a conchiglie degno di ogni mercatino di paese di provincia. Ma se Orietta Berti non canta "Finchè la barca va" non la riconosco proprio, mi sento delusa.


E' poi il turno di Bugo. Non farò riferimenti allo scorso anno visto com'è andato, mi limiterò solo a far osservare che il suo vestito era più colorato della canzone. Un ritornello infinito che, almeno a primo ascolto, no niente non la riascolterò.


E' poi il momento di Laura Pausini, super ospite della serata, che si presenta con un vestito pieno di brillantini, ma visti gli outfit di Amadeus probabilmente erano in offerta. Molto bella, e anche molto dolce. Non riesco ad odiarla per via del suo accento contagioso tipico dell'Emilia Romagna. Avete presente "Tesorino", una delle fidanzate passeggere di Ted nella serie "How I met your Mother"? Ecco, Laura Pausini mi fa lo stesso effetto. Brava eh, però non mi piaceranno mai le sue canzoni.


E' ora il turno della giovane Gaia, che non avevo mai sentito nominare prima e diciamo che non mi sono mai persa niente direi, che pezzo noioso. Vestita come l'Elettra Lamborghini di provincia mi convince tanto quanto le perfomance di Achille Lauro, che temo ogni sera (ma dove sta la rivoluzione nella musica di Lauro?)


Ma neanche il tempo di rimanerci male che ci sono loro! Lo Stato Sociale in tutta la loro bellezza e follia. Non ne sbagliano una, geniali fino alla fine. Brano fresco e positivo, uno spettacolo divertente ma anche riflessivo. Il riferimento a Bugo c'è, la festa pure. Belli proprio. Ci sono altri bei nomi da vedere, ma se li ho scelti come capitani della mia squadra del Fantasanremo un motivo ci sarà. Daje regaz! (Voglio la giacca di Albi.)


No il Volo non me lo meritavo dopo la carica dello Stato Sociale. Bravi eh, bravissimi, ma Dio benedica il tasto muto sul telecomando.


Si dice di vestirsi per gli ultimi della fila ma non essendoci pubblico, La Rappresentante Di Lista, si vestono per i componenti della famiglia che non sono davanti alla tv. La canzone è bella ritmata, le parole si capiscono meglio degli altri. Con me vincono facile probabilmente, ma che esibizione. Mi piace meno il cameraman che le gira intorno: non sei Jack che balla con Rose quindi anche meno giri, grazie.


Inaspettatamente, Fiorello canta per qualcosa come la centesima volta in due giorni e ci sorge quindi il dubbio fondato che il conduttore sia posseduto da Baglioni. Fermatelo vi dico, fermatelo!

Brava è brava: chi dice il contrario mente su tutta la linea ma Malika Ayane vestita come la copia senza Oscar di Lady Gaga porta una canzone che coinvolge ma non resta. Un vero peccato.


La gara viene ancora interrotta per dare spazio ad un mashup tra le hit pop internazionali e le canzoni sanremesi che hanno fatto la storia, il tutto con la voce di una Elodie pazzesca e bellissima (cosa che vorrei poter dire anche delle sue ballerine). Peccato fosse già tardino.

Ma vogliamo farci mancare l'esibizione di tre artisti storici della musica italiana la cui somma degli anni a tre cifre è equivalente alla percezione della durata dell'esibizione? (Per i curiosi, è 217) Certo che no! Quindi vai col momento geriatria!


Quando presentano Ermal Meta sento la vita scivolarmi via: il cantautore presenta un brano rivoluzionario - perchè ci vuole della perseveranza a portare sempre la stessa canzone solo cambiandole le parole - con la stessa scenografia di sempre e una giacchetta sobria come zia Yetta de "La Tata".


Gli Extraliscio feat Davide Toffolo erano tra i (miei) più attesi della serata: sono arrivati belli impettiti in bianco e nero, El Tofo con la maschera di ordinanza. Hanno cantato, si sono divertiti e questo mannaggia li penalizzerà. Nessuno capirà la bellezza e la magia che c'è dietro a questo gruppo e faranno passare avanti artisti triti e ritriti. Portano però +5 punti a chi li ha in formazione nel Fantasanremo.

"Sono il Rock 'N Roll.

Trasgressione che entra nelle case di mezza America.

Esplicito invito a lasciarsi andare.

[...]

Godere è un obbligo.

Dio benedica chi gode."


Queste è l'introduzione molto sobria del secondo quadro di Achille Lauro che lo vede vestito come Mina sul palco dell'Ariston per cantarci "Bam Bam Twist" sulle cui note ballano Claudio Santamaria e Francesca Barra, come nel video della canzone.

Bello, trascinante. Voi mettetemi Lauro che mi legge la lista della spesa vestito come RuPaul in full drag e vi dirò che è bravo.


Mancano cinque artisti per mettere fine a questa puntata e ci tiene svegli solo l'idea di poter insultare la giuria demoscopica per cui stringiamo i denti e affrontiamo l'esibizione di Random chiedendoci perchè stia cantando quando è un rapper. Va bene mettersi alla prova ma secondo me ha totalmente sbagliato palco per farlo.


Quando compare sul palco con la giacchetta rossa e la chitarrina in mano il primo pensiero va a Miguel, il protagonista di "Coco". Invece è Fulminacci che porta la sua "Santa Marinella" in giro per l'Italia. Fortuna che avevo già letto il testo o sarebbe stato ancora di più un colpo al cuore. Esibizione semplice ma precisa, dolce e carica allo stesso tempo. Fulminacci rimane se stesso anche all'Ariston e la cosa ci piace.

Non guardo più l'orologio perchè mi mette angoscia e sento che il sonno potrebbe avere la meglio quando sento dalla tv tre magiche parole "canta: Willie Peyote". Sono i mondiali del 2006 perchè salto sulla panca e la canzone mi gasa. Mi piacciono le frecciatine, mi faccio piacere pure la giacca che ha su. Per me ha già vinto, soprattutto perchè la canzone inizia con una citazione di "Boris". Poeta.


La sola e unica reazione a Gio Evan è quella di alzarsi e andarsene. Posso accettare tutto sul palco di Sanremo, dalle scimmie che ballano ai nomi delle dita dei piedi, ma no. I bermuda no. Non riesco a concentrarmi sulla canzone tanto è il fastidio.


Chiude l'interminabile serata Irama con la registrazione della sua prova generale perchè, come saprete tutti, un componente del suo staff è risultato positivo al covid19 e lui come contatto stretto dovrà stare in quarantena quattordici giorni. Amadeus però non se l'è sentita di escluderlo e così col consenso degli altri artisti in gara si è deciso di farlo concorrere con il video di repertorio che verrà usato ogni volta.

Il brano, mi vergogno a dirlo, è orecchiabile e simpatico ma - citando una mia congiunta - "se domattina lo canticchio gli faccio causa". Però ci è piaciuto.


All'alba dell'una e trentatrè (servizio orario fornito da Amadeus post pubblicità) ci comunicano la classifica di questa sera:


1. Ermal Meta - Un Milione di Cose da Dirti

2. Irama - La Genesi del Tuo Colore

3. Malika Ayane - Ti Piaci Così

4. Lo Stato Sociale - Comabt Pop

5. Willie Peyote - Mai Dire Mai (La Locura)

6. Gaia - Cuore Amaro

7. Fulminacci - Santa Marinella

8. La Rappresentante Di Lista - Amare

9. Extraliscio e Davide Toffolo - Bianca Luce Nera

10. Gio Evan - Arnica

11. Orietta Berti - Quando Ti Sei Innamorato

12. Random - Torno a Te

13. Bugo - E Invece Sì


Se non siete d'accordo con questa, aspettate di vedere la prima classifica generale di questo Sanremo:


Sanremo 2021, la prima classifica generale:

1. Ermal Meta

2. Annalisa

3. Irama

4. Malika Ayane

5. Noemi

6. Fasma

7. Francesca Michielin e Fedez

8. Lo Stato Sociale

9. Willie Peyote

10. Francesco Renga

11. Arisa

12. Gaia

13. Fulminacci

14. La rappresentante di lista

15. Måneskin

16. Max Gazzè

17. Colapesce e Dimartino

18. Coma Cose

19. Extraliscio feat Davide Toffolo

20. Madame

21. Gio Evan

22. Orietta Berti

23. Random

24. Bugo

25. Ghemon

26. Aiello


Cosa ne pensate? Con quali posizione siete d'accordo e con quale no?

Ci vediamo questa sera per i duetti e cover. Tutti e ventisei gli artisti più gli ospiti.

Confidiamo nella nostra forza di volontà.


Ps: anche stasera ringraziamo Lo Stato Sociale per il +100 al fantasanremo.


(Commento onesto a cura di Martina Strada e Michela Ginestri.)