top of page

"Maschiacce" è il festival di cui sapevi di aver bisogno - Tutte le info

"Il termine maschiaccio è un termine dispregiativo che nasce per indicare le ragazze che si appropriano di sport, attività o modi di vestire considerati tipicamente maschili".


Quante volte le ragazze si sono sentite appellate in questo modo, colpevoli di aver mostrato degli interessi che culturalmente sono sempre stati appannaggio degli uomini. Una lotta alla parità di genere che continua da anni e che sfocia anche nel contesto musicale: molto spesso le artiste non vengono prese sul serio, e non hanno la visibilità che meriterebbero.


Fortunatamente le cose stanno cambiando, grazie alla nascita di molte iniziative volte a portare alla luce la moltitudine di nuove voci femminili della musica italiana. Ultimo, non per importanza, è proprio "Maschiacce", un festival che ha deciso di fare dell'omonima parola non un insulto, bensì un vanto. Nato dalla collaborazione tra l'etichetta "Talentoliquido" e Matteo Gagliardi, fondatore dell'etichetta "Lost generation records", l'evento vedrà la partecipazione di alcune delle voci femminili più interessanti del panorama musicale italiano recente.


SAMIA, lanobile, Livrea, Chiara Cami, Daria Huber, Asteria, Nudda, Maria Faiola, Sarai, SETE. 10 maschiacce che hanno voglia di scansare le etichette e dare spazio alla cosa più importante: La musica.


Un evento che andrà in scena sul palco di Largo Venue, storico locale romano situato in prossimità del quartiere Pigneto, che non è nuovo a queste iniziative più che necessarie. La rassegna musicale si terrà Giovedì 22 giugno e comincerà verso le ore 20.00.

Le artiste si alterneranno sul palco dando vita ad uno spettacolo memorabile. Sarà una grande festa che porterà alla luce una buona dose di quel talento femminile che troppo spesso rimane in disparte come fosse una controfigura.


Per tutte le altre informazioni, potete andare sulla pagina Instagram dell'evento, dove, tra l'altro, le artiste hanno parlato della loro esperienza nel mondo musicale: chi ha raccontato di aver ricevuto "Suoni come un uomo" come complimento, chi è stata definita maschiaccia solo perchè amava il basket anzichè la danza classica, o chi è rimasto sorpreso dall'abilità, di una di queste maschiacce, di saper suonare e cantare contemporaneamente.


Potete acquistare i biglietti tramite l'app "Eventbrite", al prezzo di 9 euro, di seguito il link e il programma della serata.



Comments


bottom of page