"La malinconia è un riassunto di emozioni" - Intervista a BALTIMORA

Edoardo Spinsante, in arte BALTIMORA, dopo aver vinto X Factor 2021 pubblica il suo primo progetto discografico Marecittà (Columbia Records/Sony Music Italy).

L'artista oltre ad essere un autore dalla scrittura profonda, è lui stesso il produttore del suo Ep e tramite suoni e parole, riesce perfettamente ad esprimere il suo mondo interiore attraverso sette brani che vengono dal passato, chiusi in un cassetto per molto tempo, ma che hanno l'intenzione di proiettarsi nel futuro. L'Ep ha al suo interno i due brani presentati ai live di X Factor "Altro", "Baltimora" e "Colore" l'ultimo brano che ha anticipato la sua uscita e l'omonimo singolo che dà il titolo al progetto stesso.


Dietro al titolo l'artista vuole render chiara una visione ben precisa:

"Ho deciso di chiamarlo Marecittà perché come dico nella canzone "Ancona è marecittà". Volevo parlare della mia vita lì e volevo che fosse chiaro se non nei testi e nelle parole delle canzoni, almeno nel titolo. Per me è importante che un album abbia un motivo di essere un album e che non sia una playlist. Odio gli album playlist e spero di non farne mai. Questo è il motivo perché esiste questo Ep, ovvero il voler parlare di queste esperienze. Vorrei che in questo Ep si sentisse il mio gusto musicale, vorrei che sapessero che questo è quello che mi piace fare, ovviamente mi piacciono tante altre cose però non tutto è riassumibile nella mia musica. Ho cercato di renderlo coerente ma il più eterogeneo possibile perché questo è il mio gusto e sono un fan degli album dei progetti eterogenei diversi che stimolano l'ascoltatore e non che lo lascino adagiare sullo stesso spettro sonoro. Vorrei che si sentisse tutto questo."

Ascoltando i sette brani ci si rende conto che c'è un'emozione che ritorna frequentemente: la malinconia. La malinconia per BALTIMORA è un insieme di sfaccettature emotive che stimolano la sua creatività:

"Per me la malinconia è un riassunto di emozioni. Dentro la malinconia secondo me ci sono tante cose, tante piccole sfumature. Non è come la tristezza che ha un'unica via, un'unica spiegazione, motivazione o interpretazione. La malinconia può essere: la malinconia di un qualcosa che ti manca, ma felice, malinconia per la noia, malinconia per tantissime cose. E' un tema, uno spunto a cui riesco sempre a rifarmi ed è anche ciò che mi stimola la creatività."

Se nei sette brani la malinconia è una delle protagoniste indiscusse dell'Ep , da un punto di vista sonoro l'artista sente la necessità di esprimersi liberamente attraverso sonorità differenti. Se il synth è predominante nelle prime due tracce "Luci Spente" e "Colore", in "Baltimora" c'è un pianoforte che acquisisce un'importanza tale da portar avanti tutto il senso del brano, fino ad arrivare a "Fumo" ultima traccia dell'Ep che è una registrazione fatta con il cellulare chitarra e voce.

BALTIMORA oltre ad essersi messo alla prova attraverso il suo primo progetto discografico, ha fatto di tutto per farci immergere in un mondo che non è nostro, ma privato, un mondo che ascolto dopo ascolto ci diventa familiare, fino a riuscire ad avere accesso al suo interno.

Non rimane che ascoltare live questo nuovo progetto con il "BALTIMORA LIVE TOUR 2022", che lo vedrà a Roma il 10 maggio al Largo Venue, il 13 maggio al Mamamia di Senigallia e il 15 maggio a Milano presso la Santeria Toscana.


Qui il video del brano "Marecittà":